PALAGNANA

8-Palagnana

Altezza: 760-1.000

Chiesa: S. Anna, S. Giovanni (nel bosco)

Patrono: S. Anna (26 luglio)

 

POSIZIONE GEOGRAFICA

Il paese si trova ai piedi del Monte Croce (m.1314),circondato da castagni e boschi di faggio. È punto di partenza per escursioni sul monte Croce consigliato in primavera per ammirare i prati ricoperti di giunchiglie,asfodeli e numerose specie di orchidee spontanee.

STORIA

DSCF5670

Il nome Palagnana deriva dal latino: Paulinius, Paulinus, altri lo fanno derivare da populus-pioppo. Situata all’estremo limite della Versilia, al confine con il territorio di Camaiore, la località è isolata dal resto del comune di Stazzema cui appartiene e si raggiunge solo da Pescaglia o Fabbriche di Vallico. Nel 1826 esistevano due chiese, quella di S.Anna e di S. Giovanni.Nella chiesa di S. Givanni si celebra tutti gli anni il 29 agosto,la festa del patrono.Molte sono state nel passato le proteste fatte circa l’isolamento del paese dal versante versiliese. Da anni attendono la ripresa della strada Stazzema-Gallicano. È attivo un ristorante da Ge’, che ha più di cent’anni di storia, antico punto d’incontro di pastori dell’Alpe della Grotta.

LUOGHI D’INTERESSE

ALBERGO “BASSO MATANNA”

Edificio di antica costruzione, prima di essere adibito ad albergo era un piccolo teatro dove venivano allestiti degli spettacoli estivi a cui partecipavano i nobili lucchesi in vacanza nella zona. La proprietà poi passò alla madre dell’ex sindaco di Pietrasanta Rolando Cecchi Pandolfini.

CHIESA DI S.ANTONIO ABATE

DSCF5678

La chiesa attuale fu costruita nel XVIII secolo su iniziativa dei pastori che si erano insediati presso i pascoli. La comunità parrocchiale,inizialmente dipendente dalla chiesa di Stazzema,è stata eretta come parrocchia autonoma nel 1928. La struttura è molto semplice: costituita da un’unica navata,all’interno si trova una tela raffigurante S.Anna ed altri santi, l’autore è ignoto e coeva con la costruzione, ad ornamento dell’altare maggiore.

LAPIDI

Nel paese ci sono due lapidi in marmo con foto: la prima,del 1921,è stata commissionata dalle famiglie dei Caduti nella Grande Guerra, con il Cristo a braccia aperte che contempla i nomi dei soldati morti; la seconda, del primo dopoguerra, con croce latina,lampada con fiamme votive e un ramo di olivo con fiori, evidenzia i deceduti durante il secondo conflitto.

DSCF5679

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

  • Giannelli,G., Almanacco Versilese, Versilia Oggi, 2008, vol. III

  • Gierut,L., Monumenti e lapidi in Versilia in memoria dei Caduti di tutte le guerre, Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in guerra – Comitato provinciale di Lucca, 2001

LINK UTILI